Jt15 Giacca Dickies Grey Da Charcoal Uomo zFwdxSdqB

Francesca Forleo, Tommaso Fregatti, Matteo Dell’Antico, Licia Casali, Beatrice D’Oria
redazione Web XIX

De Ferrari, Tullio Solenghi si commuove leggendo i nomi delle 43 vittime

Fortissimo momento di commozione all’inizio della cerimonia di commemorazione

Genova - Dopo il minuto di silenzio che ha avvolto Genova questa mattina, alle 11,36, in ricordo delle 43 vittime del disastro del ponte Morandi, avvenuto esattamente un mese fa , un altro momento di ricordo si è tenuto nel pomeriggio in piazza De Ferrari Skinny Slim Stretch Cinturino 33 color Midi 10 Size Dritti Giovane Di Jeans Fit Da Pantaloni Uomo Regular Senza vzwdHO.

Da Charcoal Jt15 Giacca Grey Dickies Uomo Piazza gremita(si parla di almeno 10mila persone) per l’evento commemorativo “Genova nel cuore”. Sono tanti i genovesi che hanno deciso di indossare la t-shirt con il logo del ponte unito da mille cuori e la scritta-simbolo “Genova nel cuore”.

La cerimonia di commemorazione è iniziata con Jt15 Uomo Dickies Grey Giacca Da Charcoal un fortissimo momento di commozione. Lacrime sul palco per Tullio Solenghi che ha letto il lungo elenco di vittime e lacrime tra i numerosissimi presenti nella piazza.

Applausi per Bucci e Toti
Il sindaco di Genova Marco Bucci e il governatore ligure Giovanni Toti sono arrivati in piazza De Ferrari accolti dagli applausi del pubblico, raccogliendo anche frasi di incoraggiamento. «Non me lo hanno chiesto, ma se lo chiedono mi tiro su le maniche e mi darò da fare», ha detto Bucci rispondendo ai giornalisti che gli chiedono se sia pronto a fare il commissario. «Figuratevi se dico di no, se me lo chiedono, cosa pensa poi Genova».

Lunghissimi applausi anche per gli eroi dei soccorsi, vigili del fuoco, forze dell’ordine e volontari.

Conte sul palco
Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è arrivato in piazza De Ferrari ed è salito sul palco. L’arrivo di Conte è stato accolto da un convinto applauso. Dalla folla si sono levate anche urla: «Ponte, ponte». Il premier Conte incontrerà Bucci e Toti al termine della messa in San Lorenzo in prefettura a Genova. Lo si apprende da fonti istituzionali.

«Oggi non mi limito a rendere una testimonianza, avevo anticipato che non sarei venuto a mani vuote. Ho portato dei fogli, sono fogli bianchi? No, sono pieni di fatti, di misure concrete. Qualcuno ha detto che siamo stati a litigare al Cdm, no siamo stati ad operare per confezionare questo decreto», ha detto Conte parlando alla commemorazione.

«A dieci giorni dall’entrata in vigore del decreto ci sarà il commissario con un mio decreto, ed è un commissario che avrà pieni poteri», ha aggiunto il premier. E da una piccola parte della piazza si è alzato il coro: «Toti, Toti...».

Al termine della manifestazione, il presidente Conte ha partecipato alla riunione in Prefettura con i rappresentanti delle Istituzioni locali. All’uscita ha dichiarato che «Martedì ci reincontreremo a Roma per trovare accordo su tutti i temi oggetto di discussione. Il commissario? Posso garantirvi che sarà uno bravo».

Toti: «Ve lo giuro, Genova riavrà il suo ponte»
«Io ve lo giuro e voi lo giurate con me. Genova riavrà il suo ponte, costi quello che costi, perché è il simbolo di una città, di una Regione e di un Paese che guardano al futuro con coraggio. Lo meritano le 43 vittime, lo meritano le centinaia di migliaia di genovesi che ci credono. Ricostruiremo un ponte bellissimo e ci passeremo sopra insieme perché sarà un risultato di tutti». Lo ha detto il governatore e commissario per l’emergenza Giovanni Toti parlando dal palco di piazza De Ferrari.

Bucci: «Genova tornerà una grandissima città»
«Genova tornerà una grandissima città, fino a ora ha dimostrato incredibili forza e coraggio, solidarietà e capacità di lavorare insieme, così come le istituzioni hanno saputo lavorare per un obbiettivo comune». Lo ha detto il sindaco di Genova Marco Bucci intervenendo sul palco di piazza De Ferrari durante la cerimonia di commemorazione a un mese dalla tragedia del ponte Morandi. «C’è ancora tanto lavoro da fare», ha spiegato il primo cittadino, citando tra gli altri i problemi della mobilità e quelli degli sfollati. «Vogliamo farlo velocemente e ritornare sul ponte a ottobre o novembre del prossimo anno».

Genova nel cuore, tutta la piazza canta “Ma se ghe pensu”

Luca Bizzarri racconta la storia di un bimbo nato sul ponte un anno prima
La storia di Erik, il bimbo nato proprio sul ponte Morandi un anno prima della tragedia, il 18 agosto del 2017, è stata raccontata dall’attore Luca Bizzarri, presidente della Fondazione Palazzo Ducale, durante la cerimonia di commemorazione in piazza De Ferrari della tragedia di un mese fa. È questa una delle 550 storie legate al ponte raccolte dall’artista. Il parto della mamma Anna è avvenuto in auto, proprio sul viadotto, mentre il papà Ilario alla guida stava tentando di raggiungere l’ospedale, alle 5 di mattina. Il certificato di nascita del bimbo riferisce: «nato al chilometro 0,500 sull’autostrada A10, ponte Morandi, direzione Genova».

Un mese fa la tragedia
È passato un mese dal crollo di ponte Morandi , il viadotto dell’autostrada A10 che scavalcava il torrente Polcevera, nel ponente del capoluogo ligure, caduto alle 11.36 del 14 agosto 2018 : 43 persone sono morte nel disastro, oltre 500 sono rimaste senza casa.

| Sleeve Moda Pu Leather Zipped Long Blue Zhhlaixing Mens Jackets Dark Outerwear Coats tOw7Ud | Il racconto: lo scempio di ponte Morandi e la reazione di Genova |

La giornata di commemorazione
Per ricordare quella giornata terribile non solo per Genova, ma anche per tutta l’Italia, come ha ricordato il presidente Mattarella , oggi, a partire dalle 11, in via Renata Bianchi è stata organizzata una commemorazione, cui hanno partecipato fra gli altri il governatore della Liguria, Giovanni Toti, il sindaco Bucci, il prefetto Fiamma Spena e il vescovo Anselmi.

«Per noi genovesi il crollo del Morandi è stata una tragedia terribile. Come ground zero per New York, città che ha saputo uscire dal disastro molto bene. Noi vogliamo fare la stessa cosa. Genova non è in ginocchio. Oggi ricordiamo le vittime e pensiamo alla ricostruzione per uscire dalla tragedia con la città più forti e grande di prima», ha detto il sindaco Bucci.

Nel pomeriggio in piazza De Ferrari, un altro momento di ricordo con il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, gli stessi Toti, Bucci e Spena insieme con alcuni sfollati della “zona rossa”, oltre a sindacati e autorità civili e militari e cittadine; alle 19, infine, messa nella cattedrale di San Lorenzo.

Bucci: «È il nostro Ground Zero»

Le notizie della mattinata

Toninelli: «Il decreto fa ripartire Genova, non è un guscio vuoto»
Chi dice che il decreto con le misure per Genova sia un guscio vuoto, «mi dispiace, dovrebbe leggerselo meglio». Lo ha detto il ministro delle infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli a margine della convention di Confartigianato Trasporti. «Io penso ai genovesi, a Genova, alle imprese genovesi e lascio agli altri le polemiche», ha aggiunto il ministro, sottolineando che «in questo decreto facciamo riprendere immediatamente Genova, diamo la possibilità allo Stato di ricostruire il ponte e soprattutto facciamo ripartire seriamente una città».

I sindaci della Liguria: «Si individuino i responsabili»
A un mese dal crollo del ponte Morandi, i sindaci liguri auspicano che «l’autorità giudiziaria compia il proprio lavoro, individuando le responsabilità che, come ha detto il capo dello Stato Sergio Mattarella, richiede “l’impegno di un accertamento rigoroso e sollecito”». Lo affermano, in una nota congiunta, i primi cittadini esprimendo «vicinanza e solidarietà alle famiglie delle vittime».

Salvini: «Ricostruire il futuro, noi ci siamo»
«Onorare la memoria, ottenere giustizia, ricostruire il futuro: GENOVA, noi ci siamo!». Lo scrive su Twitter il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

Toti: «La giustizia è la prima cosa»
«La giustizia è la prima cosa, sapere cosa è successo, cos’ha prodotto una cosa così. La procura sta facendo uno straordinario lavoro e l’aula di giustizia ci dirà cosa è successo». Lo afferma il governatore della Liguria, Giovanni Toti, ad un mese esatto dal crollo del ponte Morandi. «Non sarà la caduta di un ponte a piegare Genova, una città che ha voglia di tornare a correre nel più breve tempo possibile - aggiunge -. Oggi in piazza De Ferrari, la piazza delle grandi adunate di quel popolo che ha saputo dire no ai terroristi quando fu ucciso Guido Rossa, ribadiremo a tutti questa volontà». «Non credo che importi a qualcuno il nome del commissario - dice a proposito del decreto del governo -. Il problema è fare le cose bene e presto. Non ingarbugliare le carte. Come istituzioni ci siamo fatti carico da un mese dell’emergenza facendo un lavoro straordinario e oggi chiediamo al Governo di poter continuare, di non avere disturbi ma aiuti, perché l’unico compito ora è riaprire il ponte».

«Dobbiamo continuare ad andare avanti, al di là delle polemiche», ha aggiunto Toti che, subito dopo il minuto di silenzio davanti ai monconi di Ponte Morandi, si è recato sul cantiere della nuova strada a mare che aprirà mercoledì.

Rixi: «Il commissario sia capace e condiviso»
«Voglio che il commissario per la ricostruzione sia una persona capace, rapida e che vada bene a tutti, il nome è l’ultima cosa che mi interessa, a me interessa che il ponte venga ricostruito bene e velocemente senza liti». Così il sottosegretario alle infrastrutture Edoardo Rixi, oggi a Genova, risponde a una domanda dei cronisti sull’importanza che il nuovo commissario per la ricostruzione del ponte Morandi sia un ligure. «Non perdiamo quello che di buono è stato fatto nell’ultimo mese e cerchiamo di trovare un percorso condiviso e utile per Genova, - aggiunge - non so se dall’incontro di stasera tra il presidente del Consiglio, il sindaco Bucci e il governatore Toti, uscirà il nome del commissario per la ricostruzione, si discuterà se il decreto così come è stato fatto va bene agli enti locali, sarà un’occasione di confronto che gli enti locali, nel decreto c’è scritto che la Regione Liguria sarà coinvolta nella scelta del commissario».

Bucci: «Ho letto il decreto e ho tutta una serie di richieste. Incontrerò Conte»
«Ho letto il decreto e ho tutta una serie di richieste, d’accordo con il governatore Toti. Non vedo l’ora di incontrare il premier Conte». Lo ha detto il sindaco Marco Bucci preannunciando che, nel tardo pomeriggio, ci sarà un incontro tra lui, il governatore Toti e il premier Conte.

Nastro nero ai caselli autostradali
Caselli autostradali “a lutto” da stamani ricordano, con un nastro di stoffa nero messo agli sportelli di riscossione del pedaggio, il crollo del ponte Morandi a Genova avvenuto il 14 agosto scorso causando 43 vittime e ingenti danni materiali. Anche uscendo dal casello di Firenze Nord dell’A1 è stato possibile notare il segno di lutto per il disastro, una piccola fascia nera posta sui box dei casellanti.

Il “cuore” dei bimbi di Pra’
Alle 11.36, anche i bimbi del centro estivo del quartiere genovese di Pra’ hanno voluto dare il loro contributo alla commemorazione, sedendosi in modo da “disegnare” un cuore sul prato:

I bambini del centro estivo di Pra’ alle 11.36

I figli delle vittime fanno il girotondo in piazza
Un girotondo in mezzo a piazza De Ferrari per ricordare la tragedia del crollo del ponte Morandi: lo hanno fatto alcuni dei figli delle vittime mischiati con decine di giovanissimi atleti genovesi, accompagnati dagli allenatori e dai dirigenti delle società in occasione del minuto di silenzio delle 11.36 in ricordo delle 43 vittime. «Ci è sembrato doveroso invitare il mondo dello sport a partecipare a questo momento così importante», spiega Rino Zappalà, delegato Coni di Genova.

Silenzio, il porto si ferma e poi suonano le sirene delle navi
Minuto di silenzio, il porto si ferma e suonano le sirene delle navi. «Siamo una grande famiglia», dice il terminalista Aldo Spinelli in banchina tra portuali e dipendenti del terminal Gmt. I lavoratori si sono fermati sotto la nave Moby “Eliana Marino” per ricordare le 43 vittime del crollo di Ponte Morandi.

Il minuto di silenzio a palazzo di Giustizia
Magistrati, avvocati e cancellieri si sono fermati nell’atrio di palazzo di giustizia per ricordare le 43 vittime del crollo.

Il silenzio tra gli sfollati (foto)
Poco prima delle 11.30, gli sfollati di via Porro, con le loro maglie “Quelli del Ponte Morandi”, si sono presi per mano dopo avere posato mazzi di rose bianche per le vittime, sul confine della “zona rossa”, sotto al cartello “14 Agosto 18, una comunità che vuole rinascere”. Dopo il minuto di silenzio alle 11.36, gli sfollati hanno fatto suonare 43 volte una campana tibetana in memoria delle vittime del crollo; poi, lunghissimi applausi per i volontari, soprattutto per i vigili del Fuoco e la Protezione Civile, ma anche per i rappresentanti delle istituzioni presenti (Scajola, Gambino, Piciocchi).

Un minuto di silenzio e lancio di palloncini a Certosa

L’inchiesta della Procura
A un mese dal crollo del Morandi, l’indagine registra 2 aggiornamenti fondamentali : da una parte, si scopre che sul ponte Morandi sono trascorsi quasi 25 anni senza che di fatto fossero compiute manutenzioni straordinarie; contemporaneamente, la Procura ha studiato le norme che consentirebbero di chiedere il commissariamento di Autostrade.

La storia: Gianluca, dal dramma alla gioia
Nella notte, a poche ore dalla commemorazione, all’ospedale Evangelico di Voltri, è nato il piccolo Pietro, figlio di Gianluca Ardini, 29 anni, sopravvissuto al crollo del ponte Morandi.

© Riproduzione riservata

Mappa articoli

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla Newsletter
11 Comments
12 hours ago
U Sgubbun,Camuggi
Quando questo tipo di incontri si svolge in questa maniera e con questa partecipazione,non è affatto inutile. La commozione era sincera e forte,a partire da Tullio Solenghi. A mio giudizio,però,gli applausi,qui,come ai funerali,sanno di "stonato"
13 hours ago
maverick_48
Quello che mi fatto più male è stato sentire gli applausi rivolti al NULLA. Non riconosco più l'anima dei veri Genovesi che, solo negli anni 60' non l'avrebbero fatto neppure salire sul palco. Ma si sa, il mondo cambia e sempre in peggio.
Dickies Jt15 Uomo Grey Charcoal Giacca Da
8 hours ago
Nise
Ammazzalo quanti post, Stò sig. Conte Le ha fatto salire le transaminasi...e di brutto!
13 hours ago
maverick_48
Ho ascoltato Conte (il presidente del consiglio, ma sembrava l'allenatore) parlare per un quarto d'ora senza dire nulla, ne sul Commissario alla ricostruzione, ne sulle misure programmate e tanto meno con quali finanziamenti e loro coperture. Poteva starsene a casa a preparare l'esame per il concorso universitario (si sta portando avanti col lavoro) perchè sa benissimo che ad ottobre, dopo la presentazione alla UE del DEF, il governo cadrà lasciando solo macerie.
13 hours ago
maverick_48
Ho ascoltato Conte (il presidente del consiglio, ma sembrava l'allenatore) parlare per un quarto d'ora senza dire nulla, ne sul Commissario alla ricostruzione, ne sulle misure programmate e tanto meno con quali finanziamenti e loro coperture. Poteva starsene a casa a preparare l'esame per il concorso universitario (si sta portando avanti col lavoro) perchè sa benissimo che ad ottobre, dopo la presentazione alla UE del DEF, il governo cadrà lasciando solo macerie.
16 hours ago
massimopitta
il ricordo a un mese dalla tragedia è doveroso ma temo serva principalmente a farci commuovere ed indignare e non ad altro. quando tutte le settimane devo andare in piemonte per prendere l'autostrda a ge aeroporto e poi al ritorno l'uscita è da incubo e io ci passo solo. tutti quelli che li vivono e lavorano non possono essere lasciati a lungo in questo stato. o si muovono e si mettono in moto o dobbiamo cominciare a fare come disse un ns antenato: Che L'inse?  se no qui diventiamo vecchi
Giacca Pelle 2z Nero Vera Uomo Inteligente Unicorn BwxIYqECn
17 hours ago
daniele64
Le grandi manifestazioni come quella di oggi pomeriggio sono solo un' inutile spreco di ( tanti ) soldi e servono solo ai politici come passerella per andare in tv e sui giornali a farsi pubblicità sulla pelle delle vittime della tragedia . Potevano fare una breve cerimonia vicino al ponte senza scomodare decine di autorità che farebbero meglio a cercare di risolvere velocemente gli enormi problemi conseguenti al crollo .
18 hours ago
Sandra
Vorrei esprimere in questa occasione la mia particolare vicinanza alla famiglia di Luigi Matti Altadonna, che nel crollo del ponte Morandi ha perso la vita, a sua moglie e ai suoi bambini. Per approfondimenti: http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2018/08/21/ADBcQUIB-altadonna_famiglia_raccolta.shtml

18 hours ago
maverick
Bucci: <> solo a me sembra stridere questa affermazione... io avrei evitato il paragone.. So che siamo esterofili e anche nelle tragedie guardiamo all'estero ma...
15 hours ago
albochiuso
Infatti, stile zero.
21 hours ago
Nise
Genoa still standing